Degenze

 

La struttura operativa complessa (SOC) di neurochirurgia dell´Azienda Ospedaliero-Universitaria trova collocazione all´interno del Dipartimento Chirurgico Specialistico.
 
 
LA STRUTTURA
  
Nell’attesa del trasferimento nel nuovo ospedale, dato a volte per imminente, oggi l’unità operativa comprende due sezioni di degenza: una maschile e una femminile divise tra loro da un corridoio centrale in cui si trovano la segreteria, la sala d’attesa, gli ambulatori, e gli ingressi per la sala operatoria.
Le stanze di degenza sono da due, quattro e cinque posti letto per un totale di 17 letti a sezione. Ogni stanza è dotata di servizi igienici e doccia.
Tutti i letti sono del tipo articolato, azionabili meccanicamente o elettricamente per consentire la mobilizzazione del paziente.
Ogni degente  dispone di  un armadietto,un comodino con piano estraibile, del  campanello di chiamata e della luce individuale.
Nella stessa Unità c’è una sala riunioni utilizzata per la riunione del primo mattino quando vengono rivisti i casi da operare. La sala è utilizzata anche per meeting di natura informativa e/o formativa.
Tutti i dati sono informatizzati e l ’unità operativa è inoltre collegata ad una rete internet che consente la trasmissione di immagini radiografiche( TC, RNM,etc. ) per consulti a distanza o con altri ospedali. Ricordiamo però che per avere una migliore documentazione è preferibile un supporto CD.
 
  
IL PAZIENTE
  
Il paziente neurochirurgico è in gran parte un portatore di patologia seria ed impegnativa quale può essere ad esempio un tumore o una patologia vascolare. A queste si aggiungono altre patologie che sono elencate sotto la voce malattie.
I pazienti da noi trattati vanno dall’età neonatale a quella geriatrica.
La programmazione degli interventi e della relative indagini diagnostiche viene avviata sin dalla prima visita ambulatoriale. Tutto il percorso diagnostico-terapeutico è ovviamente subordinato alla gravità ed eventuale urgenza della patologia.
Dopo un’informazione orientativa, la comunicazione precisa sulla data dell’intervento e/o della data delle indagini diagnostiche avviene telefonicamente con  una settimana e più di anticipo.
L’intervento chirurgico programmato può essere rinviato solo in caso di urgenze o di un imprevisto prolungamento degli interventi precedenti. I pazienti che potrebbero incorrere in tale eventualità vengono tempestivamente informati e si cerca poi di inserirli nelle prime sedute successive dello stesso tipo di intervento.
 
  
PAZIENTE E REPARTO
  
Il paziente viene seguito durante tutta la sua degenza da un medico che costituisce un punto di riferimento per ogni necessità o quesito. L’informazione ai pazienti e ai loro famigliari viene data dal medico di reparto nelle fasce orarie dedicate.
Il personale infermieristico e di supporto assicura una assistenza quanto più personalizzata possibile.
Considerata la patologia presente in questo reparto e la struttura delle stanze di degenza si consente la presenza di un solo visitatore per malato anche nelle fasce orarie dedicate. In caso di particolari problemi vengono garantiti dei permessi di entrata ad altri orari.
 

 

Copyright 2000-2017 S.O.C. di Neurochirurgia - Udine - Italia