Nevralgia del Glossofaringeo

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Cosa è la nevralgia del glossofaringeo?
È una entità clinica caratterizzata da scariche dolorose nel territorio sensitivo del nono nervo cranico. Le caratteristiche del dolore sono simili a quelle della nevralgia trigeminale. Si differenzia però da quest´ultima per quanto concerne le aree interessate.
 
Quale è la frequenza della nevralgia del glossofaringeo?
La nevralgia del glossofaringeo e circa cento volte più rara di quella trigeminale. La forma tipica solitamente predilige l’età media soprattutto dopo la quarta decade, senza preferenza di sesso.
 
Quali sono i sintomi della nevralgia del glossofaringeo?
Tipicamente si tratta di un dolore lancinante, ripetitivo, a scarica, tipo scossa elettrica, che interessa la regione delle tonsille, la base della lingua o la parete posteriore del faringe, da un lato, e si irradia verso l´orecchio. Gli stimoli che possono indurre il dolore sono: il parlare, ma soprattutto la masticazione e la deglutizione (zone trigger). Durante gli attacchi il paziente rimane solitamente immobile e con il capo flesso. Le caratteristiche cliniche che distinguono la nevralgia tipica da quella atipica sono rappresentate da età indifferente, insorgenza non improvvisa ma subcontinua, dolore meno violento ma urente, periodi intervallari spesso non completamente liberi da dolore. Le zone trigger sono quasi sempre presenti anche se è facile riscontrare una certa atipicità di sede. In alcuni casi si possono associare intensi fenomeni vegetativi come scialorrea, pallore ed attacchi sincopali conseguenti ad ipossia cerebrale per una bradicardia riflessa da ipertono vagale.
 
Quali sono le cause della nevralgia del glossofaringeo?
Nella maggior parte dei casi l´eziologia è sconosciuta. La nevralgia sintomatica solitamente viene scatenata da patologie tumorali intra o extracraniche, da processi flogistico-infettivi, da malattie demielinizzanti, da malformazioni arterovenose. Nelle algie tipiche spesso si reperta un conflitto fra il nono nervo cranico e l´arteria vertebrale o dell´arteria cerebellare postero-inferiore.
 
Come è diagnosticata la nevralgia del glossofaringeo?
Mediante l´attento esame clinico con il riconoscimento delle zone trigger in corrispondenza del faringe, del pilastro palatino anteriore, della base della lingua, della cute del viso dietro l’angolo mandibolare, del meato acustico esterno.Attualmente la RM, corredata dall´ angio-RM, rappresenta il principale strumento d’indagine nella nevralgia del glossofaringeo.
 
Quali sono i trattamenti proposti nella nevralgia del glossofaringeo?
Analogamente alla nevralgia trigeminale, il trattamento della nevralgia del glossofaringeo può essere di tipo farmacologico, con l’utilizzo di composti in grado di innalzare la soglia di eccitabilità nervosa come la carbamazepina, oppure di tipo chirurgico.
 
Quale trattamento chirurgico per la nevralgia del glossofaringeo?
Consiste, nei casi di conflitto vascolo-nervoso, nella mobilizzazione dell´ansa vascolare con l´interposizione fra questa ed il nervo di materiale biocompatibile. L´approccio è solitamente sott´occipitale retromastoideo. L´intervento avviene in anestesia generale.
 
Vi sono complicanze nel trattamento chirurgico?
Le complicanze possono essere meningite asettica, con cefalea e rigidità nucale e fistola liquorale. Sono ad evoluzione benigna con completa regressione del quadro clinico. Rarissimi i casi di ischemia al tronco encefalico.
 
Quali sono le percentuali di successo del trattamento chirurgico?
La decompressione microvascolare risulta efficace in oltre il 90% dei casi.

 

Copyright 2000-2018 S.O.C. di Neurochirurgia - Udine - Italia