Sindrome del Tunnel Carpale

 

 
 
 
 
 
 
In che cosa consiste la Sindrome del Tunnel Carpale?
Il tunnel carpale è un canale osteo-fibroso situato sulla superficie palmare del polso, costituito dorso-lateralmente dalle ossa del carpo e ventralmente dal legamento trasverso del carpo. Il tunnel carpale contiene i tendini dei muscoli flessore lungo del pollice, flessori profondi e superficiali della dita ed il nervo mediano.
La Sindrome del Tunnel Carpale è dovuta alla compressione del n.mediano all’interno del tunnel carpale.
 
E’ frequente?
E’ la più frequente neuropatia d’intrappolamento e nella maggioranza dei casi non puo’ essere identificata un’eziologia specifica.
I disturbi generalmente compaiono in pazienti di mezza età (40-50 aa) e prevalentemente nella popolazione femminile (F:M=4:1).
In più della metà dei casi la Sindrome del Tunnel Carpale è bilaterale, anche se di solito c’è la predominanza di un lato.
 
Quali sono i segni ed i sintomi?
La sintomatologia clinica è caratterizzata principalmente da dolore, parestesie/disestesie ed ipostesia localizzati alla metà radiale (laterale) del palmo ed alle prime tre dita della mano, soprattutto al polpastrello del pollice e dell’indice. La sintomatologia dolorosa è più frequente nelle ore notturne e può irradiarsi all’avambraccio. Successivamente i pazienti presentano limitazioni nelle occupazioni fini , che interessano la mano e le prime tre dita associate ad ipo-/astenia ed atrofia dei muscoli dell’eminenza tenar innervati dal n. mediano.
 
Come si fa diagnosi di Sindrome del Tunnel Carpale?
Un attento esame obiettivo e la tipica sintomatologia clinica sono generalmente dirimenti per la diagnosi di Sindrome del Tunnel Carpale. Tuttavia la certezza avviene sempre dopo un esame elettromiografico, che è in grado di valutare anche anche la gravità della compressione del n. mediano (grave, moderata o lieve), in base alla sofferenza neurogena ed ai potenziali di denervazioni dei muscoli innervati dal nervo stesso.
 
Quando è indicato l’intervento chirurgico?
Se il riposo con la limitazione dei movimenti del polso ed il trattamento antalgico famacologico non sortiscono benefici, e la clinica e l’esame elettromiografico evidenziano un progressivo peggioramento, è indicato l’intervento chirurgico. L’operazione viene condotta in anestesia locale e si seziona il legamento traverso del carpo liberando in tal modo il nervo mediano. I risultati dopo questo intervento sono eccellenti ottenendo in tutti i casi la scomparsa del dolore.
 
 
 
 

 

Copyright 2000-2018 S.O.C. di Neurochirurgia - Udine - Italia