Spina Bifida

 

                                            
                                  
                                                  
                                                         
                                                       
                                              
 
Cosa è?
Indica un difetto di chiusura, per mancata fusione, della parte mediana di uno o più archi vertebrali con eventuale protrusione di midollo e meningi. Se esiste solo un difetto osseo vertebrale si parla di spina bifida occulta; se si associa una protrusione delle sole meningi meningocele; meningi e tessuto nervoso mielomeningocele. La protrusione del tessuto nervoso impedisce l´ascesa del midollo spinale nel rachide durante la crescita ed il tronco encefalico ed il cervelletto tendono ad erniarsi attraverso il forame occipitale: questo può condurre al decesso o allo sviluppo di idrocefalo.
Le cause sono prevalentemente genetiche. Si localizzano maggiormente a livello lombare e sacrale. 
                                 
È frequente?
La spina bifida occulta è assai frequente, ha un´incidenza del 10% nella popolazione generale. La sede più frequente è V vertebra lombare e I sacrale. Meningocele e mielomeningocele costituiscono più della metà di tutte le malformazioni del sistema nervoso, con una incidenza compresa tra 0.6-2.5 per 1000 nascite. 
                                               
Quali sono i sintomi?
La spina bifida occulta, di solito evidenziata accidentalmente durante un esame radiografico del rachide, è di solito asintomatica. Può essere associata ad anomalie cutanee (angioma cutaneo, ciuffo di peli o ad un lipoma). Negli altri casi il quadro neurologico comporta di solito disturbi sfinterici, disturbi motori agli arti inferiori che possono arrivare alla paraparesi o paraplegia, ipoestesia o anestesia con livello superiore lombare o sacrale; frequenti complicazioni infettive dell´apparato urinario ed ulcere da decubito. 
                                         
Come è diagnosticata?
La Risonanza Magnetica è l´indagine di elezione. La radiografia del rachide evidenzia la sede e l´estensione del difetto osseo. 
                                              
Come è trattata?
L´intervento va praticato il più presto possibile, nelle prime 24-48 ore di vita, per prevenire l´aggravamento dei disturbi neurologici ed evitare una infezione meningea se la sacca è ulcerata. La spina bifida occulta non necessita generalmente di trattamento chirurgico. 
                                                          
Qual è l´aspettativa di vita?
Le alterazioni neurologiche associate possono essere determinanti nel condizionare sia la qualità si la durata della vita. 

 

Copyright 2000-2018 S.O.C. di Neurochirurgia - Udine - Italia