Meningocele Cranico ed Encefalocele

 

             
                    
                    
                      
                     
                      
 
Cosa sono?
Per meningocele cranico si intende una malformazione caratterizzata dalla protrusione di una sacca costituita dalle meningi e contenente liquor attraverso un difetto osseo mediano del capo.
Si parla di encefalocele quando la sacca contiene anche tessuto nervoso.
Le sedi più frequenti sono la regione occipitale e quella frontale. Possono raggiungere dimensioni anche enormi. Si evidenziano alla nascita sulla linea mediano. La cute sovrastante mostra spesso anomalie vascolari. 
                                          
Sono frequenti?
Sono assai rari sia il meningocele e ancor più l´encefalocele. 
    
Quali sono i sintomi?
Danno una tumefazione ricoperta da cute. Quelli localizzati all´interno delle cavità nasali possono causare ostruzione intermittente delle vie aeree; quelli orbitari esoftalmo.
L´esame neurologico, anche nei casi contenenti tessuto nervoso, è in genere negativo. 
                                         
Come sono diagnosticati?
La radiografia del cranio evidenzia il difetto osseo. La Tomografia Computerizzata e la Risonanza Magnetica consentono la diagnosi.
  
Come sono trattati?
L´intervento con riduzione del contenuto della sacca all´interno del cranio e plastica della breccia va attuato al più presto dopo la nascita. Negli encefaloceli occipitali si può sviluppare dopo un certo tempo dall´intervento chirurgico un idrocefalo che necessita di uno shunt di derivazione. 
                      
Qual è l´aspettativa di vita?
Il tutto è condizionato all´eventuale danno neurologico associato. 
 

 

Copyright 2000-2018 S.O.C. di Neurochirurgia - Udine - Italia