Cisti Aracnoidee

 

      
        
        
        
      
 
Che cosa sono?
Consistono di una cavità contenente liquor e rivestita da aracnoide normale e collagene. Sono di origine malformativa. Si sviluppano sulla membrana aracnoidea, una delle tre membrane che rivestono l´encefalo ed il midollo spinale. In 2/3 dei casi si localizzano in regione sopratentoriale, in 1/3 dei casi in regione sottotentoriale; di rado a livello spinale. Sono più frequenti nei maschi. 
Sono frequenti?
Sono assai rare quelle sintomatiche, mentre si possono spesso trovare come reperto occasionale in varie indagini neuroradiologiche.
 
Quali sono i sintomi?
Le cisti aracnoidee si manifestano di solito nell´infanzia e nei giovani prima dei 15 anni di età.
I sintomi sono legati alle dimensioni ed alla localizzazione. Le cisti piccole sono in genere asintomatiche, quelle più voluminose causano sintomi e segni vari. I disturbi più precoci sono in genere cefalea e crisi epilettiche, mentre i deficit focali, come debolezza o paralisi di un lato del corpo o atassia, compaiono più tardi. Le cisti sottotentoriali, localizzate cioè nella fossa cranica posteriore provocano ostruzione del circolo liquorale con idrocefalo e sintomi di ipertensione endocranica. Nei bambini possono comportare un aumento asimmetrico della circonferenza cranica (macrocefalia), ritardo psicomotorio e turbe comportamentali.
Le cisti localizzate a livello spinale tendono a farsi strada verso la radice, provocando un allargamento del forame di coniugazione. In questi casi possono manifestarsi con una sofferenza monoradicolare, che a livello lombare può simulare un´ernia del disco. 
   
Come sono diagnosticate?
La diagnosi si basa sugli esami neuroradiologici (Tomografia Computerizzata e Risonanza Magnetica). La somministrazione di m.d.c. per via intratecale consente di determinare la presenza o meno di una comunicazione della cisterna con lo spazio subaracnoideo. Nei bambini la radiografia del cranio evidenzia l´aumento del volume del cranio e l´assottigliamento della volta cranica a livello della cisti. 
    
Come sono trattate?
Le cisti piccole e asintomatiche non sono trattate. Le cisti voluminose e superficiali sono asportate, mentre quelle a sede profonda sono sottoposte ad un intervento di shunt, che mette in comunicazione la cisti con le normali vie liquorali. Il trattamento chirurgico è seguito dalla regressione dei disturbi clinici. 
   
Qual è l´aspettativa di vita?
Nei casi non trattati le cisti aracnoidee sintomatiche possono causare un grave danno neurologico permanente dovuto alla progressiva espansione delle cisti o ad emorragia. 

 

Copyright 2000-2018 S.O.C. di Neurochirurgia - Udine - Italia